Polpette di ceci e tonno

Io non so se siate come me golosi di polpette e polpettoni, comunque eccovi una ricetta veloce e semplicissima per un secondo (perfetto anche per far mangiare ai bambini i legumi) o per un aperitivo.

Prima di proseguire però voglio fare una piccola digressione sulla frittura e i suoi segreti, perché sia leggera e “innocua”.

Friggete in olio di arachidi e fate in modo che sia ben caldo (180°). Se non avete un termometro per alimenti, verificatene la temperatura così: immergete il manico di un mestolo di legno, se intorno gli si formerà una miriade di bollicine allora è il momento di friggere.

Con un impasto pressoché pronto il tempo di frittura si limiterà alla doratura e minore è il tempo di immersione nell’olio minori saranno le calorie. Scolate subito su un buono strato di carta per alimenti.

Dunque procediamo.

Se le preparerete per un secondo, queste le dosi a persona. Per un aperitivo, regolatevi. Io direi almeno la doppia porzione ogni tre invitati.

Ingredienti.

  • Una scatoletta piccola di tonno in olio d’oliva da 80 gr., che a prodotto sgocciolato si ridurrà a circa 50 gr.
  • 50 gr. di ceci lessati e sgocciolati
  • 30 gr. di feta
  • foglioline di salvia fresca
  • un po’ di limone grattugiato
  • 1 uovo piccolo ogni 2 persone
  • pan grattato di grana media q.b.
  • 0lio di arachidi per friggere

Per la salsa di accompagnamento.

  • maionese q.b.
  • yoghurt greco q.b.
  • pepe, meglio se un mix creolo macinato al momento
  • sale
  • frutti di cappero

Procedimento.

In un robot mettete il tonno sgocciolato, i ceci, la feta, le foglie di salvia, uno o più uova, in base alle quantità, una grattugiata di limone e tritate insieme. Il pangrattato lo aggiungerete poi nella quantità giusta ad ottenere un impasto morbido. Non ho indicato il sale, perché la feta è già molto salata.

Intanto che l’olio scalda preparate le polpette, che ripasserete nel pangrattato prima di friggere.

La frittura sarà ad immersione, quindi vi occorrerà un pentolino dai bordi alti. Le polpette le friggerete un po’ alla volta a scaglioni, in modo da garantirvi dorature uniformi. Vi sorprenderà vedere in quanti pochissimi istanti saranno pronte e quanto NON saranno unte.

La salsa sarà anch’essa pronta in un baleno. Procuratevi una ciotola e una frusta. Mettete pari quantità di maionese e di yoghurt, salate e pepate.

Con un lecca pentola versate il composto in una sacca da pasticcere e riempite singole ciotoline, andranno bene anche quelle per il pinzimonio. Guarnite con i frutti di cappero.

Se offrirete le polpettine per un aperitivo, sarà opportuno servire a ciascun ospite una piccola forchettina da stuzzichino, in modo che possa tuffare ogni singola polpetta nella salsa senza sporcarsi le dita.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *